Cavallo Atleta - centro di terapia fisica e riabilitativa per i cavalli
CHI SIAMO SERVIZI FORMAZIONE PHOTOGALLERY DOVE SIAMO E CONTATTI ARTICOLI
Training in acqua del cavallo

L’importanza del "Cross training"

Cross-Training For Horses - By Ray Geor
Diplomate, American College of Veterinary Internal Medicine (Large Animal), 1990
PhD, The Ohio State University, 1999
MVSc, University of Saskatchewan, 1988
BVSc, Massey University, Nuova Zelanda, 1983
Specialità: Equine / Medicine


Per variare e completare i programmi di allenamento, gli atleti si impegnano spesso in sessioni di esercizio che non sono specifiche per le loro discipline atletiche. Per esempio, i corridori su lunghe distanze possono utilizzare una cyclette, una volta o due volte alla settimana, oppure nuotare, o "correre" in una piscina. Questa pratica, denominata "cross-training" ha due obiettivi principali.

In primo luogo, esso fornisce condizionamento del sistema cardiovascolare (cuore e della circolazione); in secondo luogo, riduce lo stress e il carico su quelle parti del corpo che sono sottoposte a forti sollecitazioni durante lo svolgimento della singola disciplina. Questa pratica del cross-training può avere un posto nel mondo del cavallo? Tenuto conto del tasso eccessivamente elevato di lesioni muscolo-scheletriche nei cavalli sportivi, c'è sicuramente la necessità di metodi di preparazione che permettano l'effetto desiderato di condizionamento senza un’eccessiva sollecitazione di articolazioni, ossa, tendini e legamenti. Il risultato finale del cross-training può essere infatti un rischio ridotto di lesioni.

A questo proposito il nuoto o l'esercizio su "underwater treadmill" potrebbe essere utile per completare il programma di allenamento di un cavallo. Un'altra considerazione è che con l'uso delle piscine e altre forme di attrezzature sportive, come il tapis roulant e i camminatori meccanici, vi è un potenziale risparmio di lavoro, tempo e denaro. Il condizionamento su una pedana mobile o in deambulatore meccanico consente inoltre una migliore definizione del programma di esercizio. Ad esempio, la durata e l'intensità di ogni allenamento può essere precisamente controllato sotto e le condizioni di appoggio dei piedi sono costanti. Discuteremo alcuni attrezzi ginnici (deambulatore meccanico, tapis roulant, tapis roulant in acqua e piscine) utilizzabili per il condizionamento del cavallo.

Deambulatore meccanico ("giostra", ndr)
Il deambulatore meccanico è diventato uno strumento estremamente diffuso per il lavoro di condizionamento "leggero". Questi sistemi automatici differiscono dai tradizionali deambulatori per il fatto che non vi è alcun obbligo per il cavallo di essere legato (tethered) e tirato da un braccio mobile. L’attrezzo è diviso in aree distinte (in genere sei, ma possono essere fino a 10) da cancelli sospesi su travi di acciaio che formano i raggi della ruota. Le porte sono 30-35 metri l'una dall'altra e le recinzioni interne ed esterne defininiscono la pista circolare (di circa otto metri di larghezza).

Nei disegni tipici, la recinzione interna ha un cerchio di diametro di 60 piedi, mentre la recinzione esterna forma un cerchio con un diametro di 68 piedi. Rispetto ai tradizionali "camminatori a caldo", che sono stati progettati principalmente per il raffreddamento all’aperto dei cavalli da corsa dopo l'allenamento e la corsa, il disegno del girello meccanico, permette una maggiore libertà di movimento ed una maggiore varietà di opzioni di esercizio. Sebbene il passo e il trotto siano la norma, queste macchine possono funzionare a velocità fino a 20 mph che permettono di anche il galoppo. La maggior parte hanno una centralina di controllo che include un pulsante di arresto di emergenza. In generale, i cavalli si adattano facilmente ad esercitarsi in camminatori meccanici e gli incidenti sono rari. Tuttavia, queste macchine devono essere sempre operare sotto supervisione.

I camminatori meccanici sono anche reversibili, potendo operare in senso orario e in senso orario. Lavorare il cavallo in entrambe le direzioni consente un corretto condizionamento dello scheletro ed evita lo stress eccessivo per "l'interno" arti (soprattutto gli anteriori). In generale, i cavalli devono essere esercitati per non più di 15 minuti in una sola direzione. Va detto che la superficie dovrebbe essere adeguatamente preparata. Materiali, come una miscela di fibre di legno e gomma sminuzzata forniscono le basi migliori, a mio parere. Anche se l'investimento iniziale è notevole, il risparmio di tempo e di lavoro per l’ attività di grandi numeri e le necessità di un allevamento possono giustificare la spesa.

La capacità di esercizio fino a 10 cavalli è allo stesso tempo un enorme risparmio di tempo con un contributo basso di lavoro. I deambulatori meccanici trovano utilizzo sia per le attività di warm-up e cool-down, così come per un training leggero di lunga durata . Queste macchine possono essere utilizzate anche per la riabilitazione degli atleti feriti, anche se la superficie liscia di un tapis roulant o di water-treadmill è preferibile nella maggior parte dei casi. Ancora, per lesioni minori, il passo in un deambulatore meccanico è benefico ed è sicuramente un risparmio di tempo quando ci sono diversi cavalli che avrebbe altrimenti richiesto conduzione alla mano come parte del processo di riabilitazione.

Come per ogni novità, il cavallo ha bisogno di una graduale introduzione all’esercizio in un camminatore meccanico. Iniziare con poche sedute di passo (10-15 minuti ciascuna). Una volta che il cavallo è comodo al passo, provare qualche giro di trotto a bassa velocità e medie sforzo. Il cavallo deve anche abituarsi alla circolazione in entrambe le direzioni. Quando questi compiti risultano acquisiti, è possibile includere il deambulatore meccanico in un programma di condizionamento generale.

Tapis roulant
L'uso di tapis roulant per il condizionamento dei cavalli è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Diversi modelli differenti sono disponibili, le caratteristiche principali di differenziazione sono le dimensioni, la capacità di velocità e il prezzo. Modelli di fascia bassa sono disponibili per $ 15.000 - 20.000 dollari, mentre alcuni dei modelli di fascia superiore possono costare più di $ 60.000. Questi ultimi sono generalmente in grado di raggiungere velocità superiori a 45 mph e vengono definiti tapis roulant "hight speed". Questi modelli sono necessari se il lavoro in velocità deve essere effettuato su un tapis roulant.

D'altra parte, se deve essere usato solo per passeggiate e trotto di esercizio, un modello a basso costo può essere sufficiente. La maggior parte dei tapis roulant dispone di un ascensore idraulico che permette di variare la pendenza (in genere fino a 10 ° di pendenza). La combinazione di velocità e inclinazione regolabile offre un'ampia varietà nel programma di condizionamento. L'uso di una pedana mobile per almeno una parte di un programma di condizionamento offre diversi vantaggi. Innanzitutto, il tapis roulant offre una superficie liscia e coerente. Molti modelli hanno anche ammortizzatori sotto la piastra di tapis roulant, fornendo una "imbottitura" di superficie.

In particolare durante i mesi invernali, quando le superfici esterne sono fangose, congelate, o entrambi, questa superficie coerente può aiutare a prevenire le lesioni dei piedi da irregolarità. Durante il pieno inverno in climi nordici, quando la neve è profonda o condizioni di freddo tali da impedire l'esercizio all'aperto, l'accesso ad un tapis roulant può fare una reale differenza in termini di consistenza di un programma di allenamento. Un altro vantaggio è la capacità di controllare l'intensità e la durata di una sessione di condizionamento. Il condizionamento può essere ulteriormente raffinato se si utilizza durante l'esercizio sul tapis roulant un misuratore della frequenza cardiaca (HR). Quando la frequenza è intorno ai 140-160 battiti al minuto (bpm), l'energia è fornita principalmente dal metabolismo aerobico; se si superano i 170 bpm aumenta notevolmente il metabolismo anaerobico.

Pertanto, l'allenamento può essere personalizzato per potenziare il condizionamento aerobico o anaerobico. Poiché il cavallo è fermo rispetto all’osservatore, mentre si sposta sul tapis roulant, un allenatore può essere in grado di valutare rapidamente l'andatura e individuare i problemi zoppia, o valutare il miglioramento nel recupero di cavalli da lesioni agli arti inferiori. Il movimento regolare e ammortizzato di un tapis roulant è particolarmente utile per il lavoro di riabilitazione. I cavalli si adattano rapidamente a correre su un tapis roulant, spesso entro tre o quattro sessioni, a seconda del temperamento individuale. Da due a tre operatori sono utilizzati durante il processo di acclimatazione e solo con cavalli ben adattati ne sono sufficienti uno o due.

La natura di un allenamento su tapis roulant dipenderà in gran parte la disciplina sportiva di un cavallo e la fase del suo programma di allenamento. Per un cavallo reduce da un infortunio al tendine, come allenamento iniziale, potrebbero essere non più di cinque a 10 minuti a piedi, fino a costruire una combinazione di passi e di trotto. In generale, l'allenamento su tapis roulant deve tentare di imitare il condizionamento a terra, con una combinazione di lavoro lento (allenamento aerobico), che rafforza lo scheletro e migliora la resistenza, e più veloce (formazione anaerobica) che condizioni il corpo ad alta velocità di esercizio.

Il tapis roulant è ideale anche per un parziale "cross-training". Per esempio, camminare e correre con inclinazione è utile per aumentare la forza muscolare (in particolare la parte posteriore) e la resistenza. Molti allenatori di cavalli endurance utilizzano il tapis roulant con questo obiettivo in mente. Tuttavia, non importa quale tipo di programma di formazione è utilizzato, ricordate sempre che un cavallo può diventare molto caldo mentre si lavora su un tapis roulant. E 'opportuno prevedere un’adeguata forma di raffreddamento, come una ventola, mentre sta lavorando. Anche se alcuni cavalli (compresi i cavalli da corsa), hanno avuto successo quando addestrati esclusivamente su una pedana mobile, la mia raccomandazione è di usare gli allenamenti tapis roulant come parte del programma di condizionamento; i programmi di riabilitazione sono la possibile eccezione. In considerazione della disciplina, il cavallo richiede alcuni esercizi sport-specifici.

L’attività sul tapis roulant non è la stessa che su un terreno. Prodotto il rafforzamento di ossa, tendini e legamenti è necessario il condizionamento sulle superfici che si affrontano nella competizione. Inoltre, l'atteggiamento mentale di alcuni cavalli potrebbe peggiorare se il lavoro su tapis roulant è eccessivamente utilizzato. Io suggerisco di limitarne l’uso fino a un massimo del 50% del volume totale di esercizio, di variare il tipo di allenamento sul tapis roulant per mantenere il cavallo interessato, e di tenere ogni sessione relativamente breve (non più di 15-20 minuti).

Naturalmente , cattive condizioni atmosferiche e di piede potrebbe dettare la necessità di un maggior utilizzo del condizionamento con tapis roulant. Come pure in alcuni cavalli con una storia di zoppia di basso grado e persistente si può mantenere un buon grado di "solidità" utilizzando una preparazione prevalentemente su una pedana mobile.

Underwater Treadmill
La più recente aggiunta alla serie di attrezzature sportive a disposizione per i cavalli è il tapis roulant in acqua, comunemente chiamata "aquatreds" o "aquacizers." Queste macchine, come dice il nome, sono una combinazione di tapis roulant e piscina. Una vasca in fibra di vetro o acciaio, simile per dimensioni ad un tapis roulant standard, è parzialmente riempita con acqua in modo tale che il cavallo è "sommerso" ad altezze variabili mentre si trova in piedi sulla pedana mobile.

Il tapis roulant subacqueo è stato inizialmente utilizzato in particolare per il lavoro di riabilitazione piuttosto che come uno strumento per il condizionamento primario; in effetti si hanno maggiori probabilità di vedere queste macchine nei centri di allenamento di grandi dimensioni o in strutture dedicate alla riabilitazione. E’ significativo il fatto che molti atleti che per primi ha utilizzato l'acqua come uno strumento di riabilitazione dopo lesioni hanno poi continuato inserendo questo esercizio nel loro programma di allenamento, evidenziando una minor incidenza di lesioni rispetto ai programmi di allenamento "all road/ track work".

Forse lo stesso vale per i cavalli. Come per il nuoto, l'obiettivo primario è quello di "scaricare" lo scheletro. La presenza dell’acqua, in effetti, riduce il peso del corpo per cui vi è meno sollecitazione sulle strutture portanti delle gambe - ossa, articolazioni, tendini e legamenti. Studi in Giappone (vedi Tokuriki et al. 1999) hanno dimostrato che il trotto in water-treadmill richiede un movimento meno muscolare che camminare sul tapis roulant stesso senza acqua. Gli autori hanno ipotizzato che la galleggiabilità sull’acqua era più grande durante trotto, quando il cavallo ripete movimenti "su e giù". Pertanto, è possibile che il passo sia l'andatura migliore per l'esercizio in aquatred, consentendo un potenziamento del sistema cardiovascolare e muscolare mantenendo gli arti in parziale scarico.

A mia conoscenza non vi sono studi estesi che abbiano valutato l'efficacia clinica dei tapis-roulant "in acqua" per la riabilitazione delle lesioni agli arti inferiori - per esempio, gli archi dei tendini. Tuttavia, i dati raccolti indicano che cavalli altrimenti impossibilitati ad esercitarsi sono in grado di lavorare in "water treadmill" senza compromissione del problema primario. Ciò consentirà un più rapido ritorno alla piena attività una volta recuperata la normalità della parte lesa.

Nuoto
Il nuoto è stata forse la prima versione di cross-training per cavalli. Per primo è diventato popolare nel 1970 ed è ancora ampiamente utilizzato oggi. In contrasto con il tapis roulant subacqueo, il cavallo è quasi completamente sommerso (la testa rimane sopra l'acqua) in una piscina che è di 10 o più metri di profondità. Pertanto, il cavallo deve davvero "nuotare" (come per i bambini con tutti e quattro gli arti) per spingersi in avanti in piscina. Studi di ricerca e di esperienza clinica indicano che i periodi brevi di nuoto (per esempio, fino a tre o quattro giri di una piscina di 15 metri di diametro), offre benefici sul versante cardiovascolare e, in ragione del completo scarico dello scheletro, il nuoto è la scelta ideale per un cavallo di riabilitazione da un grave infortunio.

Come con il tapis roulant subacqueo, i cavalli con una storia di problemi di zoppie o cavalli anziani con articolazioni e tendini consumati possono beneficiare di regolari sessioni. Tra tutti i sistemi di esercizio alternativi discussi in questa sede, le piscine rappresentano il più grande investimento finanziario. Insieme con le spese di installazione, vi è il costo della costruzione di ambienti di grandi dimensioni. Come pure, ci sono notevoli costi di manutenzione e l'obbligo dei gestori di grande esperienza per il funzionamento della struttura. Quindi, in pratica, le piscine non sono una soluzione valida per gli istituti di formazione di piccole dimensioni.

Per coloro che hanno la fortuna di vivere vicino alla costa o di un altro grande massa d'acqua, potrebbe essere possibile utilizzare una spiaggia, lago, o anche un fiume a nuoto i cavalli. In alcuni luoghi, il nuoto in oceano è una forma tradizionale di condizionamento cavallo. Questo è fatto meglio in acque poco profonde e anche con abbastanza solida base - l'allenamento sarà molto simile a quella svolta su un aquatred.

Una serie di precauzioni dovrebbero essere adottate prima di intraprendere questo tipo di esercizio. In particolare, è necessario valutare la profondità di acqua nella zona mirata e garantire che sia esente da detriti e fornisca basi sufficientemente rigide, e inoltre considerare la presenza di fauna selvatica pericolosa. Ci sono pro e contro in ciascuna delle attività alternative. Indipendentemente dalla modalità di esercizio, tuttavia, è importante capire che essa non deve sostituire completamente un programma di allenamento tradizionale. Una buona parte del condizionamento deve essere specifica per ogni disciplina sportiva.

Per ulteriori approfondimenti:

Briggs, K. "Equinomics: Exercise Equipment." The Horse, March 1999, 111-116.
www.thehorse.com

Porter, M. "Indoor exercise in winter." The Horse, December 1998, 85-90.
www.thehorse.com

Tokuriki, M.; Ohtsuki, R.; Kai, M.; et al. EMG activity of the muscles of the neck and forelimbs during different forms of locomotion. Equine Veterinary Journal. Supplement 30, 231-234, 1999.

Per l'aritcolo originale:

"THE HORSE.com – Your guide to equine health care"
August 01 2001, Article # 913
www.thehorse.com

ARTICOLI

> Water-treadmill
    per i problemi di schiena

> L'importanza della
    riabilitazione (1)

> Il potere dell’idroterapia

> Rieducazione motoria (1)

> Rieducazione motoria (2)

> Cross Training

SERVIZI

> Water treadmill

> Idromassaggio con ozono

> Solarium

> Training in acqua

> TECAR®

> Massaggio muscolare

> Pensione assistita

> Aerosol terapia

> Check-up metabolico

> Assistenza in gara

> Corsi di formazione

CavalloAtleta.com

Convalescenza del cavallo
Terapia post-chirurgica del cavallo
Solarium per cavallo
Massaggi per cavallo
Riabilitazione del cavallo
Rieducazione motoria del cavallo
Traumatismi del cavallo
Recupero traumi del cavallo
Water treadmill per cavallo
Treadmill per cavallo
Cross training
Rieducazione motoria del cavallo
Muscoli del cavallo

Fisioterapia e Riabilitazione
Benessere del cavallo
Potenziale atletico del cavallo
Preparazione atletica del cavallo
Terapia muscolare del cavallo
Tecar per cavallo
Fisioterapia del cavallo
Terapia fisica del cavallo
Dorsalgia del cavallo (mal di schiena)
Zoppia del cavallo
Idroterapia per cavalli
Ozonoterapia del cavallo
Idromassaggio del cavallo

Trauma del cavallo
Check-up metabolico del cavallo
Artrite del cavallo
Tendini del cavallo
Laminite del cavallo
Zoccolo del cavallo
Stinco del cavallo
Formelle del cavallo
Schinelle del cavallo
Sesamoidi del cavallo
Garretti del cavallo
Nevriti del cavallo
Tying up del cavallo

Cavalloatleta S.s.a. - Strada Sant'Andrea, 11 - 12048 Sommariva del Bosco (CN)
Tel. +39.337.217764 (Marco Buri) - Tel. +39.328.3898636 (Elena Seliak)
P.Iva 03371780044 - info@cavalloatleta.com

Powered by Blulab